Stai Leggendo
Assumere frutta secca, perche?

Assumere frutta secca, perche?

Assumere frutta secca, perche?

Assumere frutta secca, perche? La frutta secca fa bene, ma va consumata con moderazione. Principali caratteristiche nutrizionali e dosi giornaliere consigliate. I consigli dell’Esperto

Assumere frutta secca, perche? La frutta secca per tradizione è presente sulla tavola delle feste, ma rientra ormai sempre più nella lista degli spuntini proteici.

La frutta secca a guscio comprende anacardi, noci, nocciole, mandorle, pinoli, arachidi, pistacchi.  Quella polposa include fichi, prugne, albicocche, uva passa e datteri.

Caratteristiche nutrizionali della frutta secca

La frutta secca a guscio ha un elevato contenuto in acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi (grassi buoni), tra cui acido linoleico (Omega 6) e acido alfa-linolenico (Omega 3). Questi ultimi sono acidi grassi essenziali che il nostro organismo non è in grado di produrre e che devono essere introdotti con l’alimentazione, in quanto importantissimi perché ci proteggono da danni cardiovascolari.

Sono presenti anche vitamine B, E, sali minerali, potassio, rame, fosforo, ferro e calcio. Molto importante anche la presenza di proteine, seppure non nobili come quelle della carne o del pesce.

La frutta secca polposa viene disidratata e si caratterizza per un alto contenuto di zuccheri, fibra, sali minerali e un basso contenuto in grassi. Queste caratteristiche rendono la frutta secca un alimento nutriente e che sazia.

Dal punto di vista calorico 100 grammi di frutta secca a guscio forniscono all’organismo circa 500-600 calorie, mentre quella polposa disidratata circa 200-300 calorie.

La frutta secca è buona … ma la parola d’ordine è moderazione!

Dosi giornaliere

Una porzione media di frutta secca deve essere di circa 30 gr (ad esempio 7-8 noci, 10-15 mandorle o nocciole, 3 cucchiai rasi di arachidi, 3 albicocche, fichi secchi o datteri.

Può essere tranquillamente inserita all’interno di una dieta giornaliera varia ed equilibrata. In che modo?

Leggi Anche
Asparagi: proprietà e valori nutrizionali

La possiamo consumare a colazione per creare yogurt bowl o come spuntino pomeridiano. Aggiunta alle insalate o alla macedonia di frutta fresca.

Curiosità

La frutta secca si conserva per lunghi periodi e può essere consumata tutto l’anno. La frutta secca a guscio, nella versione non salata, può essere la base per creare farine, burri e bevande.

Leggi anche: Papaya: proprietà e valori nutrizionali

A cura della Dr.ssa Maria Mosca, Tecnologa e Consulente alimentare

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
1
Felice
3
Interessante
8
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su