Stai Leggendo
Quale è la migliore protezione solare?

Quale è la migliore protezione solare?

Quale è la migliore protezione solare? Filtri fisici o filtri chimici. Semplici consigli per l’acquisto per evitare eritemi e scottature.

Esporsi al sole è di fondamentale importanza per l’organismo, per la pelle e anche per l’umore.

I raggi solari stimolano la sintesi della vitamina D fondamentale sia per le ossa che per la pelle, promuovono il miglioramento di alcune patologie a carico della pelle come psoriasi, dermatite atopica e acne. Inoltre stimolano i processi circolatori e metabolici e hanno un effetto positivo sull’umore dando una piacevole sensazione di benessere.

Da tutto ciò comprendiamo l’importanza dell’esposizione al sole non dimenticando i rischi che si corrono facendolo in modo non appropriato. Un’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti (UV) del sole può causare effetti negativi e permanenti alla pelle, può provocare un deficit del sistema immunitario e alterazioni a carico del DNA cellulare.

I danni legati ai raggi UV si possono distinguere in:

  • Danni acuti che si presentano nell’immediato come eritemi e scottature di vario grado. Questi ultimi sono causati dagli UVB che stimolano la produzione di melanina.
  • Danni cronici, che si presentano col passare degli anni, causati dai raggi UVA che a differenza degli UVB riescono a penetrare in profondità nel derma causando danni a livello cellulare. I danni dovuti a un’esposizione non corretta al sole si manifestano nel tempo con rughe diffuse, discromie (pigmentazione anomala di alcune zone della pelle), perdita di elasticità cutanea (smagliature). I danni più gravi possono essere cheratosi attiniche e tumori cutanei. Proteggere la pelle dai raggi UV è fondamentale.

Consigli per la scelta della migliore protezione solare:

  • Scegliere un fattore di protezione correlato al proprio fototipo e all’età (50+/100 in bambini e in soggetti fotosensibili);
  • Protezione schermante nei confronti sia di UVA che UVB;
  • Scegliere formulazioni che contengano filtri fotostabili e compatibili con la pelle (riduzione rischi allergie);
  • Optare per solari che contengano filtri chimici e filtri fisici (sostanze che respingono gli UV come il biossido di titanio) combinati o meglio ancora solari che sfruttino filtri minerali non sintetici;
  • Assenza di parabeni, petrolati, coloranti e siliconi.

Questi sono i requisiti fondamentali per un solare di qualità senza dover spendere cifre eccessive.

Leggi Anche

Buona esposizione al sole!

A cura del Dr. Antonio Proggi

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
0
Felice
0
Interessante
0
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su