Stai Leggendo
Echinacea rimedio per affrontare al meglio l’inverno

Echinacea rimedio per affrontare al meglio l’inverno

Funzione antimicrobica e immunostimolante dell’Echinacea. Utilizzo sia come preventivo delle forme influenzali e dei sintomi correlati, ma anche in fase acuta.

L’ECHINACEA è una pianta dalle innumerevoli proprietà, originaria del nord America. Già nel passato gli indigeni di questi territori utilizzavano questa pianta per curare punture d’insetti e in caso di morsi di serpente, sfruttando proprietà antimicrobiche già note nell’antichità. Varie sono le specie di echinacea, ma in fitoterapia le più diffuse e utilizzate sono la PURPUREA, la PALLIDA e l’ECHINACEA ANGUSTIFOLIA probabilmente la più conosciuta.

I componenti principali della pianta sono:

  • POLISACCARIDI
  • FLAVONOIDI
  • OLI ESSENZIALI
  • DERIVATI DELL’ACIDO CAFFEICO

Alle prime due componenti è associata la funzione IMMUNOSTIMOLANTE. In particolar modo i polisaccaridi si legano alle CELLULE T e favoriscono un aumento della produzione di interferone, potenziano l’attività dei macrofagi, favoriscono la produzione dei neutrofili circolanti (tipo di globuli bianchi che catturano e uccidono i batteri) e di tutte le cellule che garantiscono una corretta risposta immunitaria. Oltre ad una attività antibatterica l’echinacea presenta una buona attività antivirale, grazie all’inibizione dell’ENZIMA JALURONIDASI, enzima utilizzato dai microrganismi patogeni per facilitare il loro ingresso attraverso i tessuti da colpire.

Presenta anche un effetto ANTIOSSIDANTE dovuto ai flavonoidi e ai derivati dell’acido caffeico.

Consigliato è l’utilizzo di echinacea sia come preventivo, nei mesi autunnali e invernali, ma anche in fase acuta alla comparsa dei primi sintomi di una patologia da raffreddamento essendo un antimicrobico ad ampio spettro. La profilassi con echinacea, meglio ancora se in associazione con la vitamina C, riduce il rischio di contrarre raffreddore, influenza e tutti i fastidiosi sintomi correlati.

Leggi Anche
Acufene: cause, sintomi e rimedi

Buona prevenzione.

A cura del Dr. Antonio Proggi

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
0
Felice
0
Interessante
0
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2020 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su