Stai Leggendo
Latte vegetale e intolleranze alimentari

Latte vegetale e intolleranze alimentari

Latte vegetale e intolleranze alimentari

Latte vegetale e intolleranze alimentari. Bevande alternative al latte, intolleranza al lattosio e allergia alle proteine del latte

Latte vegetale e intolleranze alimentari. Sempre più persone scoprono di avere un’intolleranza al lattosio, a causa della carenza dell’enzima lattasi prodotto a livello dell’intestino tenue dai microvilli intestinali. L’intolleranza al lattosio non si presenta mai sola ma è spesso associata ad altri problemi a livello intestinale.

Numerose persone credono di essere intolleranti al lattosio, ma spesso dietro i vari disturbi si nasconde in realtà un’allergia alle proteine del latte come la caseina.

In commercio si sono molto diffusi, negli ultimi anni, i cosiddetti latti vegetali. In realta è sbagliato chiamarli latti vegetali, ma sono delle bevande a base di riso, soia, mandorle, avena etc. E’ importante sottolineare che queste bevande sono naturalmente prive di lattosio e caseina.

Latte di soia

Il latte di soia è particolarnente ricco di proteine e grassi e con un quantitativo di carboidrati inferiore rispetto alle altre bevande vegetali. Attenzione il latte di soia non deve contenere più dello O.9% di soia OGM, geneticamente modificata e derivante da coltivazione non nazionale. Contiene inibitori delle proteasi, può alterare la digestione delle proteine e causare allergie alle proteine alimentari.

Presenta agglutinine e acido fitico che impedisce l’assorbimento di minerali fondamentali come il calcio e il magnesio.
Contiene una dose elevata di isoflavoni, ad azione estrogeno simile, da assumere con attenzione in presenza di alcune patologie.

Latte di riso

Il latte di riso presenta un basso contenuto di lipidi e proteine e un contenuto di carboidrati particolarmente elevato.

Latte di farro

Presenta un contenuto di carboidrati inferiore rispetto al latte di riso. Presenta proteine fondamentali e fenilalanina ad effetto tonico, utile in caso di stress mentale e fisico.

Latte di mandorle

Il latte di mandorla si distingue perchè è ricco di acidi grassi insaturi omega-3, di cui sono noti i benefici.

Latte di avena

Ha un contenuto equilibrato di carboidrati, proteine e lipidi. Leggi anche:Principali proprietà dell’avena

Leggi Anche
Borse e occhiaie: come eliminarle

Come preparare il latte di di avena

Versare 50 g di avena in 500 ml di acqua e metterli in cottura per 50 minuti circa. Frullare il tutto fino ad ottenere una soluzione omogenea e aggiungere altri 500 ml di acqua. Filtrare il composto ottenuto e conservare in una bottiglia preferibilmente di vetro. Il latte di avena è pronto per essere bevuto.

Ogni persona può scegliere la bevanda vegetale più adatta alle proprie esigenze nutrizionali e al proprio stato di salute.
Il latte di riso e di avena è adatto a chi vuole una dose più alta di carboidrati. Il latte di farro a chi ha bisogno di energia e infine ad esempio il latti di miglio o di quinoa a chi necessita di un buon apporto di proteine vegetali.

In commercio si possono trovare diversi latti vegetali, ma se possibile sarebbe preferibile prepararli in casa, per ottenere una bevanda vegetale di maggior qualità e priva di altre sostanze aggiunte per migliorarne l’appetibilità.

A cura del Dr. Proggi Antonio, Farmacista

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
0
Felice
0
Interessante
0
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su