Stai Leggendo
Maggiorana, erba della felicità

Maggiorana, erba della felicità

Maggiorana, erba della felicità

Maggiorana, erba della felicità. Pianta dalle proprietà sedativa e calmante. Agisce sul sistema nervoso riducendo l’ansia e lo stress. E’ efficace nel migliorare i disturbi del sonno e molto altro ancora

Maggiorana, erba della felicità. La Maggiorana, nome scientifico Origanum majorana, e’ una pianta aromatica perenne che appartiene, come l’origano, alla famiglia delle Lamiaceae. La pianta è caratterizzata da un fusto dal portamento eretto, di colore rossastro, che può raggiungere i 60-80 cm di altezza e piccole foglie di forma ovale ricoperte da una leggera peluria. I fiori, raccolti in spighe, si presentano nelle tonalità del bianco e del rosa.

La pianta emana un intenso profumo aromatico e le sue foglie, fresche o essiccate, costituiscono una spezia molto diffusa nella tradizione culinaria mediterranea. I Greci ritenevano la maggiorana un dono di Afrodite e ed è per questo che è diventata simbolo di felicità, serenità e fortuna; un tempo con la maggiorana si intrecciavano le corone poste sul capo degli sposi durante le cerimonie nuziali, proprio come augurio di felicità.

La maggiorana è ricca di minerali (ferro, calcio, rame, zinco, magnesio e potassio) e vitamine (A, B, C e K) che aiutano a prevenire diverse malattie degenerative ma anche l’invecchiamento precoce della pelle. L’Alzheimer può essere contrastato anche dall’uso frequente di maggiorana.

Contiene inoltre fitonutrienti fondamentali per la salute del nostro organismo, tra cui acido rosmarinico, tannini e flavonoidi.

Proprietà e utilizzi principali della maggiorana

La maggiorana vanta tra le sue proprietà più note quella sedativa e calmante. Agisce sul sistema nervoso riducendo l’ansia e lo stress. E’ efficace nel migliorare i disturbi del sonno e l’insonnia. La pianta si è dimostrata molto efficace contro l’herpes simplex, disturbo di origine virale legato a situazioni di stress e tensione, che tende ad essere molto recidivante.

La presenza della vitamina C all’interno della pianta la rende utile a contrastare l’insorgere degli stati influenzali, contro i sintomi di tosse, raffreddore e sinusite. Svolge infatti un’azione antispasmodica, balsamica ed espettorante.

La pianta grazie alle sostanze contenute negli oli essenziali, i terpeni, i tannini e i flavonoidi, svolge un’azione analgesica. Allevia infatti il mal di denti ma anche i dolori muscolari, mal di testa, nevralgie, mal di schiena e artrite. Inoltre ha azione decontratturante e tonificante.
Ha proprietà digestive, carminative, emmenagoghe (capaci di favorire il flusso mestruale) e toniche. E’ usato per alleviare i dolori di stomaco, gastrite, bruciore, favorisce la digestione, contrasta meteorismo, flatulenza ed ha anche proprietà antisettiche.

Contiene al suo interno la vitamina A, la quale protegge gli occhi e la vista, li difende anche dai raggi UVA e dalla degenerazione maculare.

Leggi Anche
L’escolzia: il papavero dorato contro l’insonnia

Controindicazioni e reazioni avverse

Come tutte le piante e le sostanze naturali, anche la maggiorana può avere delle controindicazioni o causare effetti collaterali. Evitare l’uso in caso di ulcere, intestino irritabile o gastrite. Non è raccomandata l’assunzione nelle donne in gravidanza o durante l’allattamento e nei bambini di età inferiore ai 12 anni. Rivolgersi sempre al proprio medico o al farmacista in caso di comparsa di allergie e reazioni cutanee.

A cura della Dr.ssa Maria Adelaide Palmieri, Farmacista

Leggi anche: Centrifuga o estrattore? Quale scegliere?

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
2
Felice
0
Interessante
1
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su