Stai Leggendo
Fave: proprietà benefiche e controindicazioni

Fave: proprietà benefiche e controindicazioni

Fave: proprietà benefiche e controindicazioni

Fave, proprietà benefiche e controindicazioni. Salute cardiovascolare e riduzione dei livelli di colesterolo. Interazione farmaci e favismo

Fave, proprietà benefiche e controindicazioni. Le fave sono i semi della Vicia faba, specie appartenente alla famiglia delle Fabaceae. Le fave sono ricche di proteine e fibre vegetali, ma soprattutto sono povere di grassi. Il loro apporto calorico non è eccessivo. Difatti 100 grammi di fave, forniscono 341 calorie. Contengono una buona quantità di ferro, che insieme al rame, costituisce una risorsa fondamentale per la formazione dei globuli rossi.

Fave, valori nutrizionali

Il consumo di fave può aiutare a perdere peso e a mantenere un peso corretto per via del loro contenuto bilanciato di proteine e fibre vegetali. Oltre al ferro, sali minerali, fosforo, rame, le fave contengono vitamina B1, conosciuta anche come tiamina. La vitamina B1 è importante per il corretto funzionamento del sistema nervoso e per il metabolismo energetico.

Questi legumi contengono, all’incirca, il 5% di proteine, il 5% di fibre, il 4,5% di carboidrati e pochissimi grassi (0,4%). Il restante 84 % è costituito da acqua.
Le fave sono ricche di ferro, potassio, magnesio, rame, selenio e vitamine come l’acido ascorbico (vitamina C). E’ importante ricordare che con la cottura, le fave, come qualsiasi altro legume, perdono la maggior parte delle vitamine e dei sali minerali contenuti. Il consumo di fave é utile per contrastare l’anemia, grazie al buon contenuto di ferro.

Fave, proprietà e benessere cardiovascolare

Le fave sono una fonte vegetale di acido folico. L’acido folico supporta le funzioni del sistema nevoso ed é coinvolto nella sintesi del DNA e dell’RNA.
Le fave sono ricche di elementi nutritivi che supportano la salute cardiovascolare e che aiutano ad abbassare il colesterolo. Le fibre contenute nelle fave infatti aiutano a stabilizzare i livelli di colesterolo nel sangue, in particolare, abbassano il colesterolo LDL ossia quello cattivo.

Sono considerate utili per equilibrare i livelli di zuccheri nel sangue e per prevenire il diabete. Una dieta ricca di fibre aiuta inoltre a prevenire l’obesità e i problemi cardiaci, oltre a ridurre il rischio di infarto e di ictus.

Le fave contengono L-dopa, un precursore di alcune sostanze presenti a livello del cervello, come la dopamina e l’epinefrina. Un maggior consumo di fave potrebbe aiutare a prevenire malattie come il morbo di Parkinson.

Le fave sono ricche di manganese, che supporta la funzionalità del sistema nervoso, dell’ apparato endocrino e del sistema immunitario. Una dieta ricca di manganese può aiutare a prevenire l’artrite e l’osteoporosi. Nelle fave è contenuta anche la vitamina A, che aiuta a mantenere la pelle in salute e a renderla luminosa.

Controindicazioni

I numerosi benefici delle fave non valgono, purtroppo, per chi soffre di favismo. Si tratta di una patologia in cui è presente un difetto congenito in un enzima normalmente contenuto nei globuli rossi. Il difetto enzimatico si trasmette per via ereditaria tramite il cromosoma X. La malattia compare dopo 12-48 ore dall’assunzione di fave fresche. Nei casi più gravi, circa la metà dei globuli rossi viene distrutta.

Leggi Anche
Betacarotene benefici e controindicazioni

Interazioni farmacologiche

Le fave possono interagire con i farmaci, in particolare gli ossazolidinoni, come il linezolid. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico o al proprio farmacista di fiducia.

A cura della Dr.ssa Maria Adelaide Palmieri, Farmacista

Leggi anche: Consumo di fibre e riduzione dell’assorbimento degli zuccheri

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
1
Felice
0
Interessante
0
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su