Stai Leggendo
Stitichezza: cause, rimedi e cure

Stitichezza: cause, rimedi e cure

Stitichezza, cause e rimedi

Stitichezza, causa, rimedi e cure di un sintomo che può insorgere a causa di svariate alterazioni organiche o funzionali dell’intestino

Cosa si intende per stitichezza o stipsi?

La stitichezza o stipsi colpisce circa 13 milioni di italiani.In questo articolo perleremo delle principali cause, dei rimedi e delle cure naturali comuni. Lo stile di vita, i ritmi frenetici e in particolare una dieta povera di fibre contribuisce all’insorgenza della stitichezza. Spesso all’origine della stitichezza vi sono problemi ben più importanti che il medico deve tenere in considerazione.

L’apparato digerente ha la funzione di assorbire nutrienti dal cibo e di eliminare gli elementi di scarto attraverso le feci. Un’alterazione della funzionalità intestinale e della componente microbica intestinale chiamata microbiota intestinale può provocare un disturbo noto come stipsi, meglio conosciuta con il nome di stitichezza.

Per stitichezza intendiamo la riduzione del numero di evacuazioni settimanali. Questo avviene in misura maggiore quando il colon assorbe troppa acqua, le feci si induriscono e hanno difficoltà ad attraversare il retto per essere espulse.

La stipsi non è una malattia, ma un sintomo che può insorgere a causa di svariate alterazioni organiche o funzionali dell’intestino. Alcune volte, all’origine della stitichezza ci sono delle malattie che interferiscono anche se indirettamente con la funzionalità intestinale come il diabete, l’ipotiroidismo ecc.

Cosa riferiscono le persone che soffrono di stitichezza?

  • ridotto numero di evacuazioni settimanali (minore di due);
  • difficoltà e sforzo nell’evacuare;
  • presenza di feci dure, caprine o nastriformi;
  • sensazione di blocco/ostruzione anorettale.

Principali cause di stitichezza

Patologie a livello ano-rettale come emorroidi, ragadi, rettocele, malattie nervose, farmaci e patologie funzionali dell’intestino come colite, e diverticolite, sono alcune delle più comuni cause di stipsi. In assenza di una malattia specifica, parliamo invece di stitichezza cronica idiopatica che può essere causata da:

  • dieta non corretta;
  • sedentarietà;
  • gravidanza;
  • sindrome del colon irritabile.

Rimedi e cure naturali

Quando all’origine della stitichezza non esiste una patologia specifica, è importante andare ad agire sulla dieta e sullo stile di vita.

E’ opportuno per porre rimedio a tale fastidioso problema, mantenere una idratazione adeguata, assumere una quantità elevata di frutta e verdura ricche in fibre e  ridurre il consumo di grassi e di alcool. Per approfondire leggi: Fibre alimentari: regolazione dell’assorbimento dei nutrienti, colesterolo e molto altro

Quando l’idratazione e l’assunzione di fibre attraverso l’alimentazione non basta è possibile assumere fibre solubili come l’Agar Agar, fibre di Psillio e piante ricche di mucillagini come il Fieno greco e l’Altea. Le fibre e le mucillagini contribuiscono ad ammorbidire le feci, facilitano l’evacuazione e l’eliminazione di tossine intestinali e del colesterolo in eccesso.

Leggi Anche

Per ultimo quando fibre e mucillagini non danno alcun risultato si possono utilizzare piante lassative come la Senna e la Frangula che aumentano la motilità intestinale e favoriscono l’eliminazione delle feci. Utile sarebbe anche l’utilizzo di fermenti lattici che favoriscono il ripristino del microbiota intestinale come bifidobatteri e lactobacilli che garantiscono un benessere generale.

Quando bisogna rivolgersi al medico?

Il paziente dovrebbe rivolgersi al medico quando la stitichezza dura nel tempo o si accompagna ad altri sintomi quali dolori addominali, sanguinamento, astenia, febbre, familiarità per il tumore del colon.

A cura del Dr. Antonio Proggi

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
0
Felice
0
Interessante
3
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2020 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su