Stai Leggendo
Zinco: proprietà e funzioni

Zinco: proprietà e funzioni

Zinco: proprietà e funzioni

Zinco, proprietà e funzioni. Carenza di zinco, deficit comune ma meno conosciuto della carenza di magnesio. Cibo e integrazione alimentare

Zinco, proprietà e funzioni. Lo zinco è un elemento fondamentale per il nostro corpo. E’ presente in tutti gli organismi animali e vegetali. La presenza in natura e nei nostri alimenti è ridotta purtroppo a causa di processi chimici di chelazione che lo zinco, presente in natura, subisce da parte dei fosfati presenti nei fertilizzanti chimici, che provocano una riduzione della quota di zinco utile al fabbisogno del nostro organismo.

Il fabbisogno giornaliero è di pochi milligrammi, fondamentali per la crescita, per il processo di cicatrizzazione delle ferite, per il corretto sviluppo dei genitali e in generale per il benessere del nostro corpo.

Zinco, proprietà e funzioni. Proprietà antiossidante

Lo zinco è cofattore di un importante antiossidante come il SOD (superossidodismutasi) coinvolto nella riduzione della formazione dei radicali liberi. Protegge le cellule dallo stress ossidativo provocato dai radicali liberi. Lo zinco ha un ruolo fondamentale nella corretta sintesi del DNA e delle proteine.

Fertilità maschile

Aiuta a mantenere normali livelli di testosterone nel sangue ed è coinvolto nella formazione e nella motilità degli spermatozoi. E’ fondamentale per il normale sviluppo dei genitali.

Favorisce la normale funzione del sistema immunitario; migliore le capacità visive e le funzioni cognitive; favorisce il benessere di ossa, capelli, pelle e unghie; aiuta nel processo di cicatrizzazione delle ferite; previene il processo di aterosclerosi.

Prevenzione dell’ipertrofia prostatica

Lo zinco è utile per ridurre il volume della prostata e i sintomi associati all’ipertrofia prostatica benigna. Inibisce il rilascio di prolattina che aumenta il legame del testosterone ai recettori prostatici. Lo zinco inibisce inoltre l’enzima 5-α-reduttasi, che converte il testosterone in diidrotestosterone che si lega a specifici recettori a livello prostatico provocando ipertrofia, ovvero un aumento di volume della prostata stessa.

Presenta inoltre una funzione antimicrobica, antivirale e antifungina. Ha un’azione antimicrobica nei confronti di molti agenti patogeni presenti nel tratto genito-urinario come, Trichomonas vaginalis, Candida albicans, Clamydia Trachomatis e anche altri virus.

Lo zinco risulta utile nella riduzione dei processi antinfiammatori cronici e nell’inibizione della formazione della placca e in generale nella prevenzione delle patologie parodontali.

Leggi Anche
Singhiozzo, come eliminare questo fastidio

Lo zinco è coinvolto in ogni aspetto della vita. L’eccessiva sudorazione, il fumo di sigaretta, lo stress, i metalli pesanti e altri fattori possono causare una carenza di questo prezioso oligoelemento.

I principali sintomi che indicano una carenza sono diminuzione del gusto, dell’olfatto e della vista. Lo zinco è il più importante minerale per la fertilità maschile, previene l’arteriosclerosi ed è necessario per la sintesi, la secrezione e per l’utilizzo dell’insulina.

A cura del Dr. Antonio Proggi, Farmacista

Leggi anche:Prezzemolo: proprietà e benefici

Cosa pensi di questo articolo?
Arrabbiato
0
Dubbioso
0
Eccezionale
0
Felice
0
Interessante
0
Leggi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzi email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT 2021 ESPERTIDELLASALUTE.IT

Torna Su